Lui torna dal bosco, i suoi occhi non possono mentire: non ha mai visto un giorno cosi bello e brutto allo stesso tempo. Lei allarga le braccia e sorride, nei suoi occhi ha visto la corona. Le streghe lo avevano detto: nella notte il bosco si muoverà, e allora quello che è fatto, è fatto. Macbeth e Lady Macbeth sono sfacciatamente esagerati, hanno il compito di parlare alle coscienze. Vivono per noi un’ambizione sfrenata, ma la loro sete di potere li svelerà per quello che sono: poveri commedianti che si pavoneggiano e si agitano sulla scena, di cui poi non si parlerà più, protagonisti di una favola piena di rumore e furia, che non significa nulla.
La più cruenta delle tragedie per raccontare al pubblico dei più giovani di un’anima persa lungo il sentiero dell’ambizione, e mostrare la sua nascita, la sua crescita e la sua fine. Macbeth è una stella che esplode e diventa un buco nero.



Ridotto del Teatro Regio di Parma

venerdì 12 ottobre 2018, ore 9.00 e ore 11.00
sabato 13 ottobre 2018, ore 17.00*
domenica 14 ottobre 2018, ore 11.00 e ore 16.00

Durata complessiva 1 e 15 minuti ora circa, senza intervallo

 

 

MACBETH

 

Il canto dell’anima persa

 

Da 7 anni

Partitura per due attori e cantante liberamente tratta da William Shakespeare e Giuseppe Verdi

 

Di e con
MANUELA CAPECE
DAVIDE DORO

e con
ERICA RONDINI

Tecnico
MATTIA SARTONI

Produzione
Compagnia Rodisio, Elsinor Centro di Produzione Teatrale

 

Commissione del Festival Verdi in prima assoluta
 

 

Festival Verdi in famiglia
*In occasione della recita del 13 ottobre i bambini potranno accedere dalle ore 16.30 al Ridotto del Teatro Regio - ove saranno organizzate attività ludiche fino al termine della recita di Attila in scena in contemporanea al Teatro Regio - così da consentire ai loro accompagnatori, che avranno acquistato il biglietto, di potervi assistere.